Processionaria del pino

processionaria

La processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) è un lepidottero defogliatore che può causare ingenti danni alla vegetazione delle piante ospiti (principalmente il Pinus nigra e Pinus sylvestris). Risulta assai pericolosa allo stadio di larva per la presenza di peli urticanti che, liberati nell'ambiente e/o in seguito a contatto, possono provocare irritazioni cutanee alle mucose, agli occhi e alle vie respiratorie delle persone o degli animali.

La processionaria del pino si può trovare soprattutto in giardini e parchi dove sono presenti pini che ne sono infestati ma, una volta che le larve sono uscite dal nido, si possono vedere strisciare in fila un po' ovunque. Infatti, le larve trascorrono l'inverno all'interno di un nido posto in genere all'estremità dei rami più soleggiati.
Alla fine dell'inverno le larve riprendono a nutrirsi e, una volta terminato lo sviluppo, abbandonano definitivamente i nidi scendendo in processione fino al suolo, dove s'interrano per trasformarsi prima in crisalide e successivamente in adulto (farfalla).

Sul portale di Regione Lombardia - Servizio Fitosanitario sono consultabili le modalità di intervento per controllare la diffusione della processionaria.

In allegato è possibile consultare l'ordinanza sui comportamenti da seguire per proprietari, amministratori, di condominio o conduttori di aree verdi.

Allegati

Ordinanza per il contenimento dell’infestazione da processionaria del pino

Note: Scaricare allegato

Data: 31/03/2022 Ultima modifica: Gio, 31/03/2022 - 11:28